Roma, in un clima di grande cordialità si è svolta la riunione dei responsabili regionali Gez

Roma. In un clima di grande cordialità si è tenuta la riunione dei responsabili regionali delle Gez. I lavori sono stati coordinati dal presidente nazionale Vincenzo Pepe e del responsabile nazionale Gez Salvatore Braschi.

Presenti i responsabili di Sicilia, Puglia, Giuseppe Carabotto e Benedetto Miscioscia, della Basilicata, Francesco Capece, dell’Emilia Romagna, Matteo  Fangarezzi, del Lazio, Carlo Colalenti e Valter Fedele, della Campania, Edoardo Comella, dell’Abruzzo Marco Vergini e Gaetano Silvestri, del Piemonte Giovanni Sandrone e Giovanni Di Mauro e della Lombardia Claudio La Rosa. Trentino Alto Adige e Sardegna invece hanno delegato il responsabile nazionale a rappresentarli.

Nel corso della riunione hanno preso la parola il presidente nazionale Vincenzo Pepe, che ha evidenziato l’importantissimo impegno delle Gez nell’ambito associativo e il responsabile nazionale Salvatore Braschi che ha sottolineato in maniera chiara ed inequivocabile che il ruolo dei responsabili delle Gez è una carica fiduciaria ed essi sono chiamati a svolgere un ruolo tecnico e non politico, ovvero non possono in alcun modo scavalcare gli organi elettivi (ai sensi degli artt 14 e 14 bis dello statuto nazionale) dettando le linee politiche dell’associazione.

Ospiti di eccezione l’avvocato Vittorio Sepe, consulente per le associazioni del ministro dell’ambiente e Alberto Torregiani, futuro responsabile di un settore delle Gez.  Presente anche il vicepresidente nazionale Francesco Della Corte.