Partecipazione ed emozioni al 2° raduno delle Gez della Calabria

Lamezia Terme. Grande successo del raduno delle Guardie ecozoofile di FareAmbiente svoltosi sabato 9 giugno.

Coordinate  dall’energico responsabile regionale Fabio Bartolotta, al raduno hanno partecipato tutti i responsabili provinciali delle Gez calabresi: Paolo Ottocalli, per Catanzaro,  Giuseppe Panetta per Reggio Calabria, Roberto Puleo per Crotone, Andrea Biondi per Cosenza, Giovanbattista Pileggi per Vibo Valentia, affiancati nei lavori da Pietro Marino ed Antonio Iaconetti, quadri dirigenti del Movimento Ecologista in Calabria.

“Dagli appassionati interventi susseguitisi è emerso un grande entusiasmo e volontà di far crescere sempre di più sia il corpo delle Guardie che lo stesso Movimento, in modo che in piena sinergia possano raggiungere sempre più alti traguardi in nome della difesa dell’ambiente e dello sviluppo dei territori”. Ha dichiarato il neo responsabile nazionale delle Gez di FareAmbiente Francesco Della Corte intervenuto al raduno insieme al presidente nazionale Vincenzo Pepe.

Il neo responsabile nazionale delle Gez Francesco Della Corte

 

“La tangibile coesione e finalità degli obiettivi comuni – continua Della Corte – è stata evidenziata dagli interventi di tutti i relatori, tutti all’insegna dell’entusiasmo e della totale sinergia”. Nel chiudere i lavori Della Corte ha ringraziato gli amici calabresi per le forti emozioni regalategli e nel contempo ha chiesto di rinsaldare sempre di più le 2 anime dell’associazione in quanto appartenenti ad un’unica e grande famiglia che è quella di FareAmbiente. Della Corte ha infine sottolineato che “negli ultimi tempi, grazie al lavoro dei vari responsabili che si sono succeduti nel tempo, il settore delle Gez è cresciuto non solo di numero ma anche e soprattutto di competenza e professionalità ed è proprio in questa scia che bisogna proseguire per il futuro”.

 

 

Ha terminato poi la sessione di interventi il presidente nazionale dell’associazione Vincenzo Pepe, che ha ribadito l’importanza della piena collaborazione e la costante passione per il volontariato, elemento che accomuna tutti gli iscritti di FareAmbiente e senza la quale non si potrebbero sopportare tutti i sacrifici affrontati quotidianamente in nome dell’ambiente e dell’amore per la propria terra, ha concluso affermando che “solo le cose fatte con passione non ti fanno guardare l’orologio e non ti fanno sentire la fatica”.