FareAmbiente BAT: 50 volontari pronti a vigilare sul territorio

 

Andria. Organizzazione di un corso per Guardie Volontarie Ecologiche che ha portato circa 50 soci a condividere un percorso formativo per acquisire la necessaria preparazione allo  svolgimento di funzioni di Guardia Volontaria, moltissime iniziative culturali e campagne educative.

Sono solo alcune delle iniziative promosse dal coordinatore provinciale e vice coordinatore regionale della Puglia,  Benedetto Miscioscia.

“Cresce sempre più il ruolo che l’Associazione FareAmbientesvolge a livello nazionale, regionale e provinciale, grazie alla competenza e alla passione del presidente nazionale Vincenzo Pepe”- ha dichiarato entusiasta Miscioscia -.

“In quest’ottica – continua – spetta al responsabile provinciale dell’associazione FareAmbiente, eletto ai sensi dell’art. 14bis dello Statuto Nazionale approvato dal Ministero dell’Ambiente, il compito di svolgere le attività di esecuzione delle politiche ambientali e di attuare i programmi nazionali, regionali e provinciali nel rispetto dello Statuto e dell’Atto Costitutivo, oltre a vigilare sulle attività dei Laboratori locali della Provincia”. Nello specifico caso della provincia BAT infatti,il ruolo di coordinatore unitamente a quello di responsabile provinciale delle G.E.Z. di FareAmbiente, (così come da comunicazione prot. 316/2016 del Presidente Nazionale),è ricopertodallo stesso Misciosciae nessun altro quindi, ha titolo di rappresentare l’associazione in questione. Chiunque dovesse agire in tal senso è perciò da ritenere privo di rappresentatività e le eventuali azioni poste in essere devono ritenersi prive di ogni valenza rappresentativa. E’ bene chiarire, tra l’altro, che i Laboratori di FareAmbiente sono sezioni locali (art. 14 ter dello Statuto Nazionale) che operano sotto la piena supervisione del coordinatore provinciale (ai sensi dell’art. 14/bis).

L’associazione, peraltro, ha attivato la costituzione  di un gruppo di volontari anche nella Provincia di Barletta-Andria-Trani,  che hanno condiviso i principi regolatori della “mission” di FareAmbiente e oltre a compiti di vigilanza svolgono anche funzione educativa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *