Calabria: Consegnati gli attestati di fine corso a 15 aspiranti Guardie Zoofile

Rende (CS). Sabato 18 febbraio, si è tenuta presso la sede dell’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti), la cerimonia di consegna degli attestati di fine corso a 15 aspiranti Guarie Zoofile.

All’evento hanno presenziato Vincenzo Pepe, presidente nazionale di FareAmbiente e, Salvatore Braschi, vice responsabile nazionale della sezione Guardie.

“La tutela del paesaggio non è più quella immaginata dall’articolo 9 della Costituzione al tempo dei Padri costituenti – ha osservato Pepe durante seminario di chiusura del corso teorico  – perché oggi siamo chiamati a raccogliere le nuove sfide inflitte dalle aggressioni ambientali, figlie dei nostri giorni, alla natura e al nostro habitat”.

Nel corso della manifestazione è stata anche presentato al pubblico lo sportello legale DIGA (Difendiamo gli animali), istituito anche in Calabria da dicembre ed è un servizio di consulenza e assistenza gratuita dedicato alla tutela dei diritti delle bestiole, nato lo scorso settembre in Toscana ed ora presente in tutta
Italia con 80 avvocati animalisti che prestano la propria opera per
associazioni e privati.

A parlarne la delegata nazionale Anita Frugiuele che ha illustrato gli scopi e l’attività dell’organismo, che ad oggi registra oltre cento segnalazioni quotidiane di reati a danno di animali, con una media di venti denunce al giorno presentate dai propri legali presso le Procure di tutta Italia.
Sono seguiti i saluti di Pino Bilotti, presidente UICI di Cosenza, Fabio Bartolotta, responsabile regionale Guardie di FareAmbiente Calabria e di Andrea Biondi, vicepresidente Laboratorio Verde FareAmbiente Cosenza.  Presenti inoltre il Sindaco di Scalea, Gennaro Licursi con il quale il Laboratorio Verde di Cosenza ha avviato una collaborazione per la vigilanza e tutela del territorio e dell’assessore  di Francavilla Marittima Teresa Mastrota.

I lavori sono stati introdotti e moderati da Patrizia Covello, guardia zoofila ambientale volontaria FareAmbiente e responsabile del corso. Dagli interventi sono emerse le diverse problematiche relative agli illeciti nei confronti di
ambiente e animali e i danni che ne possono derivare alla salute dell’uomo, dall’inquinamento in natura all’uso di sostanze antibiotiche negli allevamenti. Il monitoraggio del territorio, nell’attività di prevenzione e repressione dei reati da parte delle Guardie di FareAmbiente, mira proprio a far cessare condotte illecite e riportare
la legalità anche in questi settori.
Il presidente Vincenzo Pepe infine ha consegnato la tessera di socio onorario di FareAmbiente alla delegata del DIGA Anita Frugiuele.

 

 

a1 (2) a4 a6 a8die Zoofile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *